10 luglio 2010

Temple Grandin: e (alcuni) vegetariani hanno sempre meno ragione

>Lei si chiama Temple Grandin, oggi è una professoressa associata dell’Università Statale del Colorado, affetta da una leggera forma di autismo, sua pi grande fortuna perchè le ha dato una memoria eidetica che le permette di consultare come fosse una fotografia qualunque dato visivo ha memorizzato. fornita di uno spiccato senso per la fisica e per l'osservazione si è dedicata alle strutture zootecniche per le mucche, progettando vasche circolari per le disinfezioni dei capi di bestiame e per dare ai capi destinati alla macellazione una morte dignitosa, priva di tensione e violenza ( un attimo prima è calma e tranquilla e un attimo dopo cade). Nonostante la sua fama mondiale (ne ha parlato Olive Sackr e ha scritto anche dei libri, pubblicati anche in Italia) non ne avevo mai sentito parlare.

Grazie allo splendido Temple Grandin (Usa, 2010) di Mick Jackson (un regista specializzato in serie tv), un Biopic per la tv degno della sala, ho scoperto questa donna affascinante, non bella come Claire Danes che la interpreta sullo schermo, la cui storia mi ha fatto pensare agli imbecillotti che, tempo fa, hanno scritto sul mio blog  a proposito delle osservazioni che facevo su Vaccaro un sedicente vegetariano che spara cazzate su tutto, e a convincermi che per certi, ma non per tutti, il vegetarismo è una religione, un mezzo per placare ansie ataviche, e che, in fondo, a queste persone non interessa davvero la vita degli animali, non in forma concreta (se parlano di anima e di telepatia) (non che siano domande peregrine ma sono domande senza risposte, come viene splendidamente mostrato nel film quando Temple chiede, ogni volta che vede una mucca morire, dove va? e lo stesso fa quando muore il suo professore di scienze del liceo...).

Temple ha pensato che sE non si può evitare loro la morte almeno si può renderla il più dignitosa possibile. ecco un vero amore per gli animali, pratico, concreto (consultate il suo bellissimo sito ufficiale per apprezzarne lo spessore), non quello ideale e ideologico di chi si limita a non magiare asceticamente carne dicendo a tutti quelli  che la mangiano che mangiano cadaveri.

E la mia ansia aumenta sempre. Se anche quelli che provano a essere fuori dal coro, sensibili verso il mondo che li circonda sono così superficiali e ideologici chi salverà il pianeta dall'orda dell'imbecillità? 

14 commenti:

Tamcra ha detto...

Caro Ale,
ti invio un link dal Guardian ad un'intervista a Temple Grandin del 25 ottobre 2005:
http://www.guardian.co.uk/education/2005/oct/25/highereducationprofile.academicexperts

Anonimo ha detto...

Bah... ti commenti da solo guarda.
Dare dell'imbecille a qualcuno solo perchè non mangia animali e cadaveri... Complimenti. Veramente. Sei il Lord dell'onnivorismo.
Dovresti leggere "Una eterna Treblinka" e lì scopriresti che Hitler, a cui paragoni Valdo Vaccaro e a cui paragoni i vegetariani- vegani, non era tale, ma semplicemente cercava di astenersi dalle amate salsicce per consiglio del medico che gliele vietava al fine di non emettere flatulenze e cattivi odori. Tale astensione non ha nulla a che fare con un atteggimaento etico nei confronti degli animali, bensì con un atteggiamento opportunistico e una privazione sofferta. Mi sembra Goering o Goebbels poi alimentavano questa immagine di Hitler un pò ascetica a fini propagandistici. Ma lui appena poteva correva alle amate salsicce e crauti.
Quanto a questo post ci vedo ben poco di nobile ed etico nell'alleviare le sofferenze degli animali, lo trovo un atto prudentemente ipocrita.
Dio che pena le persone così (intendo te, non l'autistica).

Alessandro Paesano ha detto...

Grazie per le tue osservazioni mio caro mia cara anonimo anonima.
Ti faccio notare però alcuni errori di lettura e di giudizio che fai sul mio post...

E dove avrei mai detto che chi è vegetariano o vegano è un imbecille?

Ti quoto il mio psot:
"la cui storia mi ha fatto pensare agli imbecillotti che, tempo fa, hanno scritto sul mio blog"

sto dando dell'imbecille a chi ha lasciato commenti sul mio blog non perchè sono vegetariani (o vegani) ma perchè "per certi, ma non per tutti, il vegetarismo è una religione, un mezzo per placare ansie ataviche, e che, in fondo, a queste persone non interessa davvero la vita degli animali, non in forma concreta (se parlano di anima e di telepatia) (non che siano domande peregrine ma sono domande senza risposte, come viene splendidamente mostrato nel film quando Temple chiede, ogni volta che vede una mucca morire, dove va? e lo stesso fa quando muore il suo professore di scienze del liceo...)."

Accuso alcuni vegetariani ma non tutti di prendere la loro scelta come una fede e che in realtà non interessa davvero la sorte degli animali. Non sto parlando di tutti i vegetariani ma solo di alcuni...

"Temple ha pensato che sE non si può evitare loro la morte almeno si può renderla il più dignitosa possibile. ecco un vero amore per gli animali, pratico, concreto (consultate il suo bellissimo sito ufficiale per apprezzarne lo spessore), non quello ideale e ideologico di chi si limita a non magiare asceticamente carne dicendo a tutti quelli che la mangiano che mangiano cadaveri."

Se tu avessi letto quel che hanno scritto i sedicenti vegetariani sul mio altro post capiresti a cosa mi riferisco...

"Se anche quelli che provano a essere fuori dal coro, sensibili verso il mondo che li circonda sono così superficiali e ideologici chi salverà il pianeta dall'orda dell'imbecillità?" Di nuovo non sto dicendo già che loro sono imbecilli ma che nemmeno loro ci salveranno dall'imbecillità. Un po' diverso non credi?

"Dovresti leggere "Una eterna Treblinka" e lì scopriresti che Hitler, a cui paragoni Valdo Vaccaro"

Io non paragono in questo post Hitler a Vaccaro dico solo che non è vero come si dice che chi non mangia carne (QUALUNQUE NE SIA IL MOTIVO) p meno aggressivo di chi la mangia. Hitler era vegetariano anche se non per i motivi giusti. Ma di fatto non mangiava carne eppure non mi sembra fosse un esempio di persona non aggressiva. Così come sono stati altrettanto aggressivi con me tutti i (sedicenti) vegetariani perché io sollevo delle critiche...

"Quanto a questo post ci vedo ben poco di nobile ed etico nell'alleviare le sofferenze degli animali, lo trovo un atto prudentemente ipocrita."

Beh vorrei vedere te dato per assodato che comunque devi morire se scervelleresti una via di dolore o una meno dolorosa. Chi è l'ipocrita?

Altrove dimostro che Vaccaro è un omofobo che nemmeno Goebbles. Posso dubitare che l'essere vegetariano a lui abia fatto del bene? La mia più cara amica era vegetariana ma none ra omofoba né nazista come Vaccaro. Quindi non ti permetto di accusare me di essere contro i vegetariani quando le persone come Vaccaro alla causa vegana fanno solo un pessimo servizio.
E una volt a tanto mi piacerebbe leggere un commento firmato anche da uno pseudonimo qualunque. Verbigrazia!

Anonimo ha detto...

Sono sempre la stessa paesanini, l'imbecillotta.
Grazie, ricambio.

Alessandro Paesano ha detto...

Beh non c'è peggior sordo... (o cieco...)

Anonimo ha detto...

Beh, ho capito sai, evidentemente sei gay... buon per te. (Non vorrai "peggiorare" la situazione diventando anche specista !!!BATTUTACCIA!! ehehe)
Capisco. Vaccaro non è il max della sensibilità a riguardo, ma cmq dire che per le sue affermazioni rigide ci si mangia ancora con più gusto una fiorentina ecco, di sicuro offende la sensibilità di chi resiste alla tentazione della banalità di una alimentazione convenzionale per motivazioni etiche, avendole comprese e fatte sue non per accettazione acritica bensì per ragionamento su fatti, visione di documentari, e di realtà crudeli e quotidiane, di evidenze misconosciute e sottovalutate (il che è proprio lontano anni luce da una posizione religiosa) ancor prima che salutistiche. Secondo me ognuno ha il diritto di fare della propria vita quello che ritiene meglio, ma cooptare gli altri alle proprie scelte, come ad esempio nell'affido di minori secondo me è sbagliato. Giusto invece reclamare una parificazione di diritti a quelle delle coppie convenzionali.
Vero è che se vuoi ottenere dei risultati spesso devi andare oltre quello che il buon senso o lo status quo impone al momento, questo è valido in molte situazioni per ora incomprese dai più, come lo antispecismo o la condizione gay.

Alessandro Paesano ha detto...

"Vaccaro non è il max della sensibilità a riguardo"

No guarda Vaccaro è proprio un nazista omofobo altro che poco "sensibile" dice che gay e lesbiche sono contronatura per gli stessi motivi per cui non si deve mangiare carne. Ecco il perchè della battuta sulla bistecca se a essere vegetariani si diventa nazisti come lui allora meglio rimanere carnivori. E' una battuta naturalmente...

Nel mio posto originale ho difeso anche le donne dai suoi commenti misogini... Però non hai pensato che sia donna solo perchè facco considerazioni femministe. Hai pensato però che sia gay solo perchè critico le sue posizioni omofobe...
Non è proprio un atteggiamento da persona sensibile che difende tutte le ingiustizie... Gli animali sì (e lo specismo quello riguarda a meno che tu non equipari gay e lesbiche agli animali allora sei peggio di Vaccaro...).

"di sicuro offende la sensibilità di chi resiste alla tentazione della banalità di una alimentazione convenzionale per motivazioni etiche,"

invece la sensibilità di gay e lesbiche considerati malati e contro natura non offende la sensibilità di nessuno? MA DAI!!!

"ma cooptare gli altri alle proprie scelte,"

L'orientamento sessuale non è una scelta.
Io non ho "scelto" di essere gay proprio come tu non hai scelto di essere etero.
NOn si tratta di ccoptare gli altri alle prorpie scelte. Si tratta di vedere riconsociuti gli stesi diritti che alla maggioranza etero sono riconsociuti per natura.
mi fa strano che una perosna begetariana dunque sensibile alle discriminazioni (come lo specisimo) abbia una visione così conservatrice della sfera sessuale. Dimostra la mia tesi di base che essere vegetariani non ci rende liberi da certi precetti religiosi perchè nel vegetarianismo c'è una componente di ascetismo che è più vicino alla religione che alla scelta politica.
L'adozione di minori avviene nel mondo da 25 anni ed è dimostrato che i figli di coppie omosessuali hanno l'orientamento sessuale dei genitori in percentuale identica a quella delle coppie etero.
Se si adottano figli (o li si fanno) non è per cooptare persone alle proprie scelte ma per gli stessi motivi per cui gli e le etero fanno figli.
Io adoro gli animali e sono antispecista, da sempre. Sono animalista e contro la vivisezione ma se un animalista o un antivivisezionista è omofobo mi dispiace ma offende quelle cause e non ne fa davvero parte. Proprio come Vaccaro che, per le sue idee omofobe e misogine NON E' DEGNO di essere annoverato tra i vegani offendendo chi lo è davvero.
Ma se si difende Vaccaro minimizzando su queste sue idee (sic!) per difendere il veganismo allora si è fondamentalisti proprio come ogni altra religione e allora il veganismo va spazzato via come vanno spazzati via omofobi e misogini.

Anonimo ha detto...

Contento te... c'è qualcosa in malafede. Io se ricordi bene mi becco dell'imbecillotta perchè NON avevo capito che 6 gay, ora che l'ho capito (forse) mi becco dell'insensibile perchè non penso che tu sia una donna. A questo punto mi viene pure il dubbio, e mi rispondo che tu fai dell'ambiguità un comodo paravento per non metterti mai in discussione. Ok, mangiamoci tutte le bestie che vogliamo, portiamo il pianeta al collasso... questo èil messaggio gay del giorno. Grande! Per me se ti mangiassi meno mortadella prosciutto cotto e fontina tireresti qualcosa di più ... intelligente... dal tuo cilindro degli effetti speciali. Antispecista significa che gli aniamli sono tutti uguali e non alcuni più degni di essere tutelati di altri. "Mangeresti il tuo gatto?".... GOOOOO VEGAN e se non ce la fai almeno vegetariano... vedresti meno provocazioni ed ostilità in tanti comportamenti.. CIAOOOOOOOOOOOO

Alessandro Paesano ha detto...

Non ti ho mai dato dell'imbecillotta. Mi dispiace ma è così.
Imbecillotti si riferiva si riferiva ad alcuni commentatori molto aggressivi che contraddicevano la loro istanza sacrosanta di non toccare gli animali insultando me in maniera gratuita.

Sei tu che ti sei sentita chiamata in causa perché vegana. Ma io non ho mai detto che tutti i vegano sono imbecillotti. E' anche scritto nel titolo del post...

Sei in malafede dunque se pensi che io abbia dato a te dell'imbecillotta.

Invece quando dici che ti ho dato dell'imbecillotta ti quoto perchè NON avevo capito che 6 gay menti sapendo di mentire. Trovami una frase un rigo una parola che avvalla questa tua interpretazione.
Anzi io ho criticato il fatto che tu hai pensato che fossi gay solo perchè ne difendevo la loro causa.

per il resto credo che su questo blog e sull'altro mio blog basta vedere nel profilo si capisce bene chi sono, nome e cognome con la mia faccia, altro che ambiguità. L'ambiguità è quella tua che omofobicamente mi ascrivi all'ambiguità perché per te è ambiguo il mio orientamento sessuale. Di che parliamo qui?
Basta rileggere quel che ci siamo scritti sta tutto sopra...

conosco l'Italia so cosa significa antispecista. Sei tu che hai scritto: Beh, ho capito sai, evidentemente sei gay... buon per te. (Non vorrai "peggiorare" la situazione diventando anche specista !!!BATTUTACCIA!! ehehe) Ed è a questa "battutaccia" che rispondevo.
Il mio gatto lo mangio di baci tutti i giorni li adoro così tanto che non mangio il coniglio e mango poca carne in genere.
Non dovremmo mangiarla per niente per milioni di motivi ma non certo perchè gli animali sono telepatici hanno l'anima o sono yin e o yang come dice quel nazista di Vaccaro. Solo per rispettare ogni vita presenti sul pianeta e perchè gli animali anno gli stessi diritti che abbiamo noi.

Certo a dire a me che mi nascondo dietro un paravento quando ci metto nome e faccia mentre tu non ti firmi nemmeno con uno pseudonimo ci vuole proprio una faccia tosta, quella che non hai coraggio di mostrare nel sostenere le tue opinioni.

p.s. Le tifoserie lasciamole allo stadio!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Alessandro Paesano ha detto...

I commenti omofobici non sono permessi su questo blog.

Anonimo ha detto...

L'ironia è omofobica????
L 'IRonia è omofobica in un regime totalitario, tipo l'URSS, o nella Cecoslovacchia descritta da Kundera...
Cavolo, quanto sei in malafede ragazzo. NOn paragoni Vaccaro a Hitler, gli dai semplicemente del nazista... E l'ironia diventa omofobia... bah
mammamia, tanto non ti interessa discutere ecco, e non ti interessa convincere perchè tu hai ragione a priori
che brutto rapporto con il padre (o magari con il nonno) stai proiettando su quel povero Vaccaro colpevole di essere un cervello pensante alla sua età grazie alla sua alimentazione anzichè una mummia ausl-dipendente come la maggior parte dei suoi coetaneii. in altri scritti ha ammesso pure la sua simpatia per l'attuale governo, e io sono di sinistra, eppure questo non toglie validità al suo messaggio salutista

Alessandro Paesano ha detto...

Le affermazioni di Vaccaro sulle persone omosessuali non fanno di lui un cervello pensante ma un nazista. Punto.
La psicologia da rivista femminile risparmiamela. Non mi interessa.
Vaccaro dice che le persone omosessuali sono malate. La commissione mondiale della santità no. Cosa c'è da convincere?
Io sono laico e non difendo nessuno in nome di una idea che va mantenuta a tutti i costi. Io non critico il veganismo perchè Vaccaro ne è il profeta. Critico il profeta e basta. Siete voi che difendete Vaccaro perchè è il vostro profeta minimizzando sulle sue idee naziste.
Per il resto pensa quello che credi ma lasciami in pace, per cortesia.
E buona vita vegetariana, sicuramente superiore, migliore, più serena, tollerate ed ecumenica di quella che faccio io da carnivoro. Da quello che scrivi si vede proprio che sei una persona equilibrata e serena.

Anonimo ha detto...

Ok... chissà perchè ma prima non mi comparivano gli altri commenti di vegan-vegetariani e sarà per affinità mentale, ma capisco molto bene cosa dicono quelli che tu definisci ( a più riprese e i n vari post) "Imbecillotti.
Sai, fai bene ad astenerti dalla carne dei conigli, come del resto fa chi lavora nelle case farmaceutiche, che lo fanno non per motivi etici ma sapendo che vengono utilizzati come cavie per la sperimentazione degli antibiotici quindi il consumo favorisce creazione di allergie, patologie cutanee e di fenomeni di antibiotico-resistenza. Bye bye e via le mani dal miele se non si vuole incappare nella grande ira dell'orsetto bruno :-)

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...