15 settembre 2008

Altri casi di "omofobia"



MILANO Un ragazzo originario del Burkina Faso ma cittadino italiano è morto oggi in conseguenza di un'aggressione alla periferia di Milano. (...)

Per il fatto sono state fermate due persone, padre e figlio, di 51 e 31 anni, originari di Legnano, in Lombardia, con l'accusa di concorso in omicidio volontario.

L'aggressione è avvenuta intorno alle 6 di stamani nella zona nord di Milano, poco lontano dalla stazione centrale, quando il giovane di 19 anni, Abdul Salam G., insieme ad altri due amici -- un ruandese e un italiano -- è stato accusato da due uomini a bordo di un furgone-chiosco di aver rubato della merce, secondo quanto riferito dalla polizia.

Ne è nato un diverbio, trasformatosi poi in aggressione quando i due uomini sono scesi dal camioncino con una spranga di ferro e una di legno.

Il più giovane -- secondo quanto riferito alla polizia dagli altri due ragazzi che sono riusciti a fuggire -- si sarebbe poi avventato su Abdul Salam, fracassandogli il cranio con la spranga di ferro.

[Abdul Salam] (...) è stato portato all'ospedale Fatebenefratelli in coma, dove è stato dichiarato morto intorno alle 13:30.

La polizia ha fermato nel pomeriggio i due presunti colpevoli, che hanno spiegato che i tre ragazzi avevano sottratto loro alcuni pacchetti di caramelle. Nel timore che avessero rubato anche l'incasso, li hanno seguiti. I due, ha aggiunto la polizia, hanno spiegato che i tre giovani avevano con sè un bastone di legno.
(Reuters)

Un nero, un diverso, accusabile per la sua diversità di qualunque crimine, ucciso a sprangate per qualche caramella e l'incasso di una serata da un padre e un figlio improvvisatisi poliziotti.


Piazza Navona, studente inglese pestato da una banda di 20 bulli
Accerchiato e picchiato da un gruppo di giovani bulli la scorsa notte a piazza Navona. Un´aggressione immortalata dalle telecamere che si affacciano sulla piazza, i cui filmati sono ora al vaglio degli investigatori. A finire in ospedale con il setto nasale spaccato dopo che, senza un apparente motivo, venti adolescenti dai 15 ai 18 anni (fra loro anche alcune ragazze), lo hanno aggredito, è un ventenne inglese, ospite di una famiglia romana per una vacanza studio.

Erano le tre e un quarto del mattino quando la comitiva, che già era stata notata da turisti e passanti per gli schiamazzi in piazza e i lanci di bottiglie e lattine di birra vuote a terra, è partita all´attacco dello straniero, anche lui alticcio. Pugni, calci, sputi, insulti. Durante il pestaggio, alcuni testimoni hanno sentito gridare che quella era la meritata punizione per aver guardato troppo insistentemente una ragazza della comitiva.

Una "lezione" insomma, per aver adocchiato una del gruppo. Di fronte alla violenta aggressione, alla quale hanno partecipato anche le ragazze, due uomini, 39 e 43 anni, che passeggiavano per piazza Navona hanno deciso di intervenire in difesa dell´inglese. Anche loro però sono stati picchiati selvaggiamente tanto che dopo, al Santo Spirito, sono stati medicati e dimessi entrambi con 10 giorni di prognosi. Lo studente inglese invece è stato giudicato guaribile in 25 giorni.

Sul posto sono intervenute diverse gazzelle dei carabinieri, arrivate dalla vicina stazione di piazza Farnese e dalla compagnia Roma Centro. Al suono delle sirene i bulli sono scappati, disperdendosi per le vie del centro e facendo perdere le loro tracce. Ma i militari, grazie alla descrizione fornita dall´inglese e alle immagini dei filmati sequestrati dalle telecamere dei locali che si affacciano sulla piazza hanno buone possibilità di poter risalire agli autori del pestaggio.

(Repubblica)

Uno straniero (aggettivo usato anche nell'articolo di Repubblica), un altro diverso da aggredire, con la superiorità vigliacca del branco, che non risparmia nessuno si permetta di interferire, irritato da sguardo di troppo.

Due vittime di aggressioni, purtroppo la prima con esito mortale, la cui radice è nella stessa "cultura" (sic!) fascista insita negli italiani e coltivata dal clima di allarmismo dei tre tg mediaset (e anche di quelli rai) di diffidenza per l'altro, qualunque esso sia.

Abdul e il turista inglese sono vittime allo stesso modo dei due ragazzi bolognesi aggrediti vicino al Colosseo.

Ma sono sicuro che per queste aggressioni l'Arcigay se ne rimarrà zitta...

4 commenti:

v. ha detto...

Figurati se parlano di queste cose ...
stasera a Bologna Grillini discuteva di Italo e gay di destra ...
sono altrove, ma comunque avrei disertato la serata
ciao
v.
PS: dovrò chiederti prima o poi aiuto per rintracciare due film (se hai voglia di darmi una mano), ti posso scrivere in privato?

Alessandro Paesano ha detto...

Ma certo cara V., ben volentieri!

v. ha detto...

Grazie della disponibilità! Ora parto alla ricerca della tua mail che presumo troverò qui da qualche parte ;-)
e mi faccio sentire presto
ancora grazie
buona serata
v.

Alessandro Paesano ha detto...

Scusami, V.! Pensavo già l'avessi..

La mia mail è alessandro.paesano@fastwebnet.it

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...