8 marzo 2010

8 Marzo festa della donna

Anche se più della metà degli elettori europei è costituita da donne nel parlamento europeo le deputate sono solo il 31,4 % (2008) erano il 16,4% nel 1979 il 25,9% nel 1994, il 29,9% nel 1999 e il 30,4% nel 2004. Di questo passo raggiungeranno la parità nel 2040...

Altra storia per le percentuali nazionali (sempre dell'Europarlamento)

Estonia e Lussemburgo hanno eletto donne per la metà dei seggi a disposizione. Per altri 8 dei 27 Paesi membri dell'Ue la rappresentanza femminile oscilla tra il 41,7% dell'Ungheria ed il 48,1% dell'Olanda. In mezzo ci sono la Bulgaria con il 44,4%, la Danimarca, la Finlandia e la Slovenia con il 42,9%, la Francia con il 46,2%, la Svezia con 47,4%. Irlanda e la Lituania hanno eletto donne per il 38,5% dei seggi, la Slovacchia il 35,7% la Germania il 32,3%. Belgio e Grecia hanno il 29,2% di eurodeputate, la Romania il 28,6%, l'Austria il 27,8%, la Spagna il 25,9%, il Portogallo il 25%, la Gran Bretagna il 24,4%, la Lettonia il 22%, l'Italia il 21,8%, la Polonia il 14,8%. Per Cipro e Malta neppure una donna...
Italia al 21,8 ben sotto la percentuale globale... Come dire che se quella percentuale è bassa è anche "merito" nostro...

Nei Parlamenti nazionali dell'Ue le donne sono in media il 23%. I Paesi nordici, che applicano da più tempo politiche obbligatorie o volontarie di parità, presentano le percentuali più elevate: nel 2008 vi era il 47% di donne nel Parlamento svedese, il 41,5% in quello finlandese ed il 38% nel Parlamento danese. I Parlamenti con meno donne sono quello rumeno (9,4%) e quello maltese (8,7%). Nel Parlamento italiano la rappresentanza femminile è intorno al 17% (Alla camera, al senato la percentuale scende al 14%).

(fonte: Vita.it)

Intanto nel 2010 ricorre il cinquantennale dell'ingresso delle donne nella polizia. Il sito polizia moderna dedica uno speciale di 16 pagine con interessanti dati e riflessioni sulla composizione delle donne poliziotto (che raggiungono il 34% dell'intero Corpo di polizia, più del doppio delle percentuali di deputate e senatrici...).

Secondo l'Istat circa la meta' (9 milioni 860 mila, pari al 55,2%) delle donne in eta' 14-59 anni hanno subito nell'arco della loro vita almeno una molestia a sfondo sessuale.
Tra queste le molestie verbali e le telefonate oscene sono le piu' diffuse (rispettivamente il 25,8% e il 24,8% delle donne in eta' 14-59 anni) seguono gli episodi di pedinamento e gli atti di esibizionismo (entrambi quasi il 23%) e le molestie fisiche che raggiungono quasi il 20%. (fonte Adnkronos


Secondo uno studio Istat del 2002 (consultabile in rete cliccando qui) La tipologia di donne che ha subito più frequentemente stupro o tentato stupro4 nel corso della vita ha età compresa tra i 25 e i 44 anni (3,6 per cento), mentre le giovani di età inferiore ai 24 anni hanno il tasso di vittimizzazione più basso (1,9 per cento).

BUONA FESTA DELLA DONNA A TUTTE/I!!!


1 commento:

med ha detto...

speciale 8 marzo su http://www.ilmediterraneo.it/it
Donne del mondo arabo, testimonianze di una palestinese, infibulazione, esame calligrafico Camille Claudel e molto altro..ve lo consigliio

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...