13 maggio 2012

La macabra Marcia per la vita oggi a roma

Oggi a Roma si terrà la Marcia per la vita nata l'anno scorso a Desenzano e quest'anno giunta a Roma, che prevede convegni, appuntamenti religiosi e un corteo il cui raduno è previsto oggi alle 8.30 al Colosseo. La marcia partirà alle 9.30 per arrivare a Castel Sant'Angelo alle 11.30, passando da piazza Venezia e largo Argentina.

In contemporanea, pro life croato di Zagabria Vigilare' organizza una marcia gemellata che non si chiama però marcia ma cammino per la vita.

Nel sito della Marcia si leggono i motivi che portano in piazza persone da tutt'Italia:

L’iniziativa vuole:
  • affermare che la vita è un dono, indisponibile, di Dio;
  • chiedere il Suo aiuto, per una società smarrita;
  • deplorare l’iniqua legge 194 che ha legalizzato l’uccisione, sino ad oggi, in Italia, di 5 milioni di innocenti;
  • ribadire che esiste una distinzione tra Bene e male, tra Vero e falso, tra Giusto ed ingiusto;
  • invitare alla mobilitazione i cattolici e gli uomini di buona volontà.
Chi ha aderito a questa marcia?
Sempre sul sito nel lunghissimo elenco spiccano alcuni nomi
  • Forza Nuova
  • Militia Christi
  • Opus Dei
Cioè alcuni degli esponenti pro-life dell'estrema destra cattolica e integralista.

Tra i punti del programma di Militia christi si legge per esempio:

Contro il divorzio, le unioni di fatto, le coppie omosessuali che sempre più vengono considerate alla stregua di quelle fondate sul matrimonio. 

Ancora si legge

contro l'eutanasia, gli espianti di organi a cuore battente [gli unici espianti possibili... ndr] e la droga sempre più diffusa (messo così nella stessa frase, non è un "riassunto" mio ndr).


La contraccezione è invece messa in una stessa frase assieme alla pornografia, alla prostituzione e all'inseminazione artificiale.

Forza Nuova non è da meno e nel suo programma si legge
Noi conosciamo e riconosciamo una sola famiglia, quella naturale come esiste da sempre, con i suoi ruoli interni – Padre, Madre e figli 
Forza Nuova si schiera contro tutto ciò che minaccia la famiglia tradizionale:
dalla poligamia islamica alle “regolarizzazioni” omosessuali, alla immoralità dilagante nei media che fa da brodo di coltura alla distruzione del nucleo famigliare e alla eliminazione dei ruoli naturali.
E ancora
E’ ormai indispensabile opporsi apertamente al folle processo di mascolinizzazione della Donna tanto quanto a quello di femminilizzazione dell’Uomo. Similmente, è urgente riscoprire il ruolo specifico del Genitore (Padre come incarnazione di Giustizia serena e severa insieme, Madre come incarnazione di dolcezza, comprensione e consolazione).

Ieri invece dalle 14.30 alle 19 al pontificio ateneo Regina Apostolorum si è tenuto un convegno sul tema Chi salva una vita, salva il mondo intero.


Dalle 21 alle 22.30, invece, sempre di ieri si è tenuta una Adorazione Eucaristica in riparazione per il crimine dell’aborto nella Basilica di Santa Maria Maggiore presieduta da S. Emin. Rev.ma il Cardinale Raymond Leo Burke


Alla "marcia" hanno aderito politici del Pdl del Pd e del Terzo Polo).

Tra i partecipanti, secondo Repubblic e Messaggero hanno aderito 
Maurizio Gasparri, capogruppo dei senatori del Pdl,
il sindaco di Roma Gianni Alemanno, che ha concesso all'evento il patrocinio di Roma Capitale, e messo anche «a disposizione duecento autobus cittadini per sponsorizzare l’iniziativa». Hanno anche aderito Stefano De Lillo, Dorina Bianchi, Olimpia Tarzia, Magdi Cristiano Allam, Mario Mauro, Renato Farina, Maurizio Lupi, Paola Binetti, Emanuela Baio Dossi, Lorenzo Fontana, Renato Farina, Ada Spadoni Urbani e Maria Pia Garavaglia, ex ministro della salute del governo Ciampi, ex vicesindaco di Roma con la Giunta Veltroni e poi parlamentare del Pd.


Come ricorda Marginalia sul suo blog la Marcia per la vita

cade proprio, e non è un caso, nel giorno della Festa della Mamma, istituita in Italia da Mussolini nel dicembre 1933 con il nome di Giornata della Madre e del Fanciullo. L'Omni (Opera nazionale maternità e infanzia) premiò allora con un viaggio a Roma le 93 madri più prolifiche d'Italia che furono festeggiate sulle note dell'Inno dei figli della lupa

Le associazioni femministe informa manifesto per contestare la manifestazione antiabortista hanno organizzato un'azione dimostrativa con decine di cartelli sui monumenti e nei luoghi dove passerà il corteo:
“hic sunt consultori”, “i consultori pubblici sono i migliori amici della famiglia”, 
“i consultori sono una vera benedizione”, "giù le mani dai consultori”, “le vie del Signore sono infinite, quelle dei consultori garantite”, “nun c'anna all'oratorio salvate l'anima al consultorio”.


articoli e blog consultati per la stesura di questo post.

Marginalia
Il messaggero
Repubblica

Ellen Dean Cime Tempestose di Patrizia La Fonte e Tomaso Sherman al teatro Stanze Segrete.


Sarà che fu il primo romanzo, ever, che lessi, in prima Liceo, prima? solo saggi scientifici! Sarà che Kate Bush gli aveva dedicato il primo 45's.
Sarà che quel racconto passionale, gotico mi colpì come un camion in autostrada, e scoperte le vicissitudini biografiche della sua autrice (morta di consunzione senza avere mai amato) resero la mia zitellagine gaio-timida sopportabile.
Sarà che lo rileggo almeno una volta l'anno e continuo a trovarvi cose nuove ma scoprire qualcuna che conosce quel romanzo così bene da farci sopra uno spettacolo splendido composito ma di immediata fruizione, emozionate e vero, caldo e magicamente recitato mi ha fatto avvicinare di nuovo a Cime Tempestose di Emily Brontë come fosse la prima volta.

Lo spettacolo è in scena fino al 20 di maggio. Avete dunque una settimana ancora per andarlo a vedere. Andateci! Non è un consiglio ma un ordine Se non vi piacerà mi impegno a rimborsarvi io il biglietto! Se volete saperne di più leggete pure la recensione che ho pubblicato su Teatro.org, ma vi consiglio di leggerla dopo [spoiler!], non prima della visione!
bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...