29 dicembre 2012

Repubblica e i provocatori. Una risposta di civiltà al solito commento scemo di Repubblica sulla protesta nella chiesa di Don Corsi.

Nel riportare la notizia di un gruppo di cittadini e cittadine che hanno protestato contro Don Corsi, che nonostante le sue dichiarazioni agghiaccianti continua a dir messa,  Repubblica, proponendo n video di scarsissimo valore documentale, commenta il fatto così:
Alcuni manifestanti che avevano partecipato alla fiaccolata contro il parroco di San Terenzo sono entrati nella chiesa mentre il sacerdote che sostituisce don Piero Corsi celebrava una messa per Enrico Calevo, l'imprenditore rapito qualche giorno fa e di cui non si hanno più avuto notizie. Sono volati insulti: "Vergogna" hanno gridato i manifestanti. "Ecco cosa siete capaci a fare, pagate l'Imu invece di scrivere certe cose sulle donne". E dal pulpito, il sagrestano ha replicato gridando anch'egli "Vergogna" contro le donne e gli uomini che avevano interrotto la funzione e si erano mischiati ai fedeli. Qualche spintone, voci sempre più accese finché sono intervenuti i carabinieri che hanno allontanano i provocatori.

Ecco i commenti splendidi dei lettori e delle lettrici.


Nessun commento:

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...