27 settembre 2012

Capirò/I'ìll Be Home Mina canta Randy Newmann

Non avevo mai sentito la versione originale della canzone scritta nel 1971 da Randy Newmann e incisa in sudio solo nel 1977 (la versione del 71 è in un album live). Un brano potente che ha avuto tantissime cover. 
Harry Nilsson (Nilsson Sings Newman, 1970), Barbra Streisand (Stoney End), Cass Elliott (Cass Elliot), The New Seekers (Beautiful People album), Anne Murray (Danny's Song), Tim Hardin and Mina (Mina, in italian).
La versione di Nilsson è troppo lisergica con quei cori nella seconda strofa è l'andamento un po' troppo beatlesiano, cui, pure, l'arrangiamento di Mina (di Gian Piero Reverberi) deve molto.


La versione di Barbra è fredda, troppo attenta a farne un classico anche se Mina le ruba il primo verso della seconda strofa cantato a bocca chiusa (che io ho smepre creduto un'esigenza del testo della versione italiana di Franca Evangelisti).



Molto bella e personale la versione di Cass Elliott, che si discosta leggermente dalla melodia originale per cucirsela addosso.
Anche la versione di Anne Murray è molto interessante e intensa peccato per quel coro che la data e il salto di tono...
Tim Hardin ne fa quasi una ballad struggente
 Mina però, sarà per il testo diverso, non la canta, la vive, la è.
 Sentite come canta i versi nasconderai tremando sul cuscino il viso tuo dicendo sono stanco stasera meglio no e piomberai nel sonno mentre io ti veglierò capirà ce nei tuoi sogni un posto più non ho Mina è quella donna che veglia nel buio... Per questo non c'è interprete come lei al mondo!

Nessun commento:

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...