28 gennaio 2010

A poem

Ecco
te ne vai
il giorno è arrivato
lo sapevo già
è stata una convivenza a scadenza
ma non come quella di prima
stavolta sei stato distante
e non perchè ami qualcun altro
già prima di innamorarti
eri lontano, calmo, quasi indifferente
Io sto qui che ascolto le canzoni che amava chi non c'è più
e ho il magone per lei
mi manca
e ho paura
che tu mi mancherai ancora di più
che strana cosa la vita mia
tutta una prova mal riuscita
della vita vera che in teoria dovrebbe ancora partire
e invece al suo posto arriverà la morte e buonanotte!

1 commento:

Markus ha detto...

Oddio mi hai fatto scendere le lacrime...
Toccante ed affilata come una lama.

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...