29 giugno 2013

E anche Margherita non c'è più...

Ero un ragazzino di 14 anni, già innamorato di un compagno di classe col quale ero andato a vedere un film non di fantascienza, il Prato de fratelli Taviani. Eravamo andati allo spettacolo delle 18 ed eravamo usciti dal cinema Qurinale  alle 20.00. In una edicola di Via Nazionale avevamo visto il primo numero di una nuova rivista di divulgazione scientifica, l'astronomia che comprammo gelosamente in doppia copia, l'amore che provavamo l'uno per laltro era legato anche dall'amore comune per l'astrofisica.


Era una sera di novembre del 1979 e trovarmi da solo al centro di Roma alle otto di sera, i negozi già chiusi, col ragazzo del quale ero innamorato alludeva a tutto un mondo di possibilità che quella sera per la prima volta mi si erano schiuse e come testimone quella rivista che ancora custodisco gelosamente nella mia biblioteca.

Quella rivista era diretta da Margherita Hack, assieme a Corrado Lamberti e le devo molto della mia formazione scientifica...

Vorrei avere la possibilità di chiamare Andrea per commemorare insieme a lui la vita di Margherita e quel pezzo di vita che io e lui abbiamo condiviso per poi separarci e irrimediabilmente non vederci più.

Oggi sono un uomo più triste

Nessun commento:

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...