31 agosto 2010

Franca Rame: Io c'avevo una nonna pazza

Era la sigla di Buonasera con... Franca Rame. Trasmissione preserale che andava in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì.
La canzone mi aveva colpito moltissimo sia per la musica (di Fabio Carpi) che per il testo, di Dario Fo, autore/attore che io già conoscevo dal 1977, avevo persino comperato una delle sue commedie, la prima che vidi in tv Isabella tre caravelle e un cacciaballe  (nel 1977 avevo 12 anni...) perchè allora in tv mandavano le commedie di Fo, tutti i venerdì (e per vederle avevo rinunciato al mio telefilm preferito di allora Agente Pepper, con Angie Dickison, la moglie di Burt Bucharach, ma questa è un'altra storia).



Il testo della canzone non è solo una intelligente presa in giro delle fiabe ma anche uno statement politico molto preciso ed efficace che a 14 anni capivo benissimo: i lupi sono buoni, cappuccetto rosso e pinocchio i cattivi e i mostri e i brutti sono quelli che alla fine vivono felici  e contenti.

Io c'avevo una nonna pazza  
Io c'avevo una nonna pazza
che allevava gatti di pezza
abitava su una terrazza
e dormiva in una tinozza,
in una tinozza in riva al mare.
Si mangiava solo le cozze
coltivate nell'acqua nera
e non si beccava mai il colera,
né la peste, né il mal di mar.
[Coro:] Che nonna pa-azza!

Tante favole raccontava
storie matte a sgarampazzo
faceva tutto un gran papocchio:
streghe a cavallo d'un ranocchio
diavoli nani in fondo al mare
Mangiava solo i funghi matti
con la capocchia avvelenata,
se li mangiava in insalata
e non le veniva da vomitar.
[Coro:] Che nonna pa-azza! (x2)

"C'era una volta", mi raccontava,
"un ragazzaccio, di nome Pinocchio,
che siccome era una gran mala razza
lo chiamavano Cappuccetto Rosso..."

[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"
[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"

"...Cappuccetto Rosso, detto "che spara",
andava sempre armato di lupara:
una lupara caricata a palle
e sparava contro tutte le farfalle"

[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"
[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"

"Schiacciava i pomodori col trattore
e avvelenava i fiumi col cianuro
stappava i tappi delle petroliere
per inquinare di petrolio il mare"

[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"
[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"

"Nella foresta ci stava un lupo,
gentile e dolce, e bene educato,
che giocava a rincorrer gli elicotteri
svolazzanti proprio sopra i datteri"

[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"
[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"

"Cappuccetto Rosso un dì assaltò un lupo,
che, senza fiato, grida: Aiuto! Aiuto!
Poi lo cattura, mettendolo in un sacco,
Chiede alla nonna lupa un bel riscatto"

[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"
[Coro:] "Ma nonna, non è così"
La nonna: "Zitta, tu!"

"Per fortuna passo un cacciator di là
che cacciava Cappuccetti Rossi... e PAM!
Spara un colpo e Cappuccetto Rosso è morto lì.
Salvo il lupo ma tutto zuppo di pipì.
Per lo spavento si sfasciò l'incanto,
il lupo si trasforma all'istante
in una bella strega tutta denti
e arrivarono tanti pretendenti:
tre orchi, sei rospi e tre serpenti.
E vissero tutti felici e contenti"

[Coro:] "Ma nonna, non è possibile, non è così"
La nonna: "Zitta, tu, zitta, tu, o di favole non te ne conto più!"



Anncora oggi ho il 45 giri della canzone, che comprai allora. Nei primi anni 80 feci una cassetta con tutti i miei 45 giri, da un alto le canzoni italiane, dall'altro quelle straneire, come si diceva allora.
Nel lato italiano figurava la canzone di Franca Rame e, subito dopo, il lato b di di Donatella di Rettore, Clamoroso, che vi propongo così, per amor della filologia.

Nessun commento:

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...