13 marzo 2010

A poem

Ieri
c'eri
silente
assente-presente
ma c'eri. Dormivi nel mio letto
forse non con me
ma nel mio letto.
Oggi ti ritrovo agli angoli delle strade
dei parchi
in ogni animale festante che mi viene incontro
io che i cani non li ho mai sopportati
ora li adoro
perchè mi parlano di te.
Mi ritrovo a ripetere i tuoi modi di dire
dolci e acuti
intelligenti e sottili
mai banali
e capisco che non è il sesso che conta
né l'amore
non è nemmeno il contatto umano
ma la consuetudine
l'addomesticamento a qualcun altro
qualcuno che c'è senza alcuna promessa
che c'è
unica certezza
di una vita casuale
dolorosa e banale.
E ora che sei andato via
che anche questa grama certezza mi è stata portata via
mi ritrovo a cercare la malinconia
per ricordarmi che sono ancora vivo.
E che da solo sopravvivo.

Nessun commento:

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...