14 gennaio 2009

Ma che campo a fare?

La febbre mi tiene a letto da domenica sera. Annoiato, dormo, mangiucchio, vado in bagno e faccio zapping.

Un telefilm targato Usa (e getta...), dove recita in un ruolo ridicolo l'attrice che ha interpretato Willow in Buffy, l'ammazzavampiri (aah che bello sentire la sua doppiatrice, cioè quella di Sarah Michelle Gellar, un po' dappertutto sull'etere...) racconta di un ragazzo picchiato dalla fidanzata (che sta mollando, il giorno del compleanno...) e i futuri figli del tipo commentano "papà, ti sei fatto picchiare da una ragazza" e il padre che balbetta una scusa qualsiasi... fine dell'epispdio (come dire nessun contraddittorio, nessuna ironia, è così).

Al TG UNO di stasera due delle notizie riguardavano un farmaco che fa crescere le ciglia (ma se smetti di assumerlo le ciglia smettono di crescere...) e il fatto che molti non usano più l'orologio (i giovani usano quello del cellulare...). Badate non in una rubrica di moda o costume ma proprio tra le notizie su Gaza e quelle sul compleanno del senatore a vita Giulio Andreotti.

A Gira la ruota la frase da indovinare contiene la parola po' che viene contata con due caselle "pò" con l'accento, come ti fa scrivere il t9 dei cellulari e non "po'", come va scritto, con l'apostrofo, perché è la contrazione di "poco"... E nessuno che contesta, nessuno che batte ciglio...

Su MTV un programma sui nerd famosi (cioè i brutti secchioni sfigati) parla di attori cantanti e miliardari classificandoli come nerd perché andavano bene a scuola, sono fan di Star Trek, non avevano molti amici (e no io non andavo bene a scuola...), ma poi vengono compensati dai milioni (di dollari) che hanno guadagnato malgré la loro condizione di nerd.

Sempre a gira la ruota, le due concorrenti donna gufano contro l'unico concorrente uomo (una evidente criptochecca) come due becere burine senza che Papi o il pubblico lo trovino disdicevole. Fosse stato un alto esempio di virilità le dure ragazze lo avrebbero annusato come fanno i cani...

Intanto, nel mondo, Israele ammazza bambini barricati nelle scuole dell'Onu, Berlusconi scavalca il parlamento senza che nessuno lo fermi, a Ballarò non ricordo più chi dice che Berlusconi ha risolto il problema Alitalia senza che nessuno lo contraddica...

Ci sto mettendo un po' a guarire dall'influenza. Ma se penso che è a tutto questo che devo tornare mica lo so se voglio...

Mi sento sempre di più come il protagonista del Buon soldato di Brusati (Chi? Direte voi? Stavolta non vi aiuto...).
Se il mondo fa così schifo non so mica se mi va di viverci...

Non so mica se continuerò nemmeno a scrivere su questo blog sempre più inutile (se mai lo è stato, utile...) l'unica soluzione a portata di mano è il tasto di reset, un reset generale del genere umano...

Concludo con una battuta tratta dalla serie tv americana Queer As Folk a proposito di dio. Siamo gli unici esseri in questo gelido universo a sapere della sua esistenza. Senza di noi dio non è nulla...


Meditate gente. Meditate.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

senti non puoi dire che non vuoi più scrivere su questo blog.... le informazioni che ci dai sono sempre punti di vista alternative alle cose che succedono... e poi sei sei anch tu un po' (notato l'apostrofo :))come la libreria Rinascita, senza questo blog non noteremmo e ci informeremmo su tante cose... continua a scrivere... Spero di rivederci presto come due settimane fa al Sabir...

Baci Dario

Anonimo ha detto...

sìsì è utile.. a me piace, per esempio. Quindi mi è utile

p.s.: hai visto? anche Travaglio ha detto che la "poesia" era di Brecht.

p.p.s.: sì, sono quello dell'altra volta. Te l'ho detto, (forse), leggo spesso il tuo blog!

Tamcra ha detto...

Ti ho citato intenzionalmente nel mio ultimo post (pubblicità subliminale, eh eh...)

bello essere
quello che si è anche se si è
poco
pochissimo
niente


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...